','auto');ga('send', 'pageview');

REGIONE CAMPANIA: CONTRIBUTI A FAVORE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER L’ATTUAZIONE DI PROCESSI DI INNOVAZIONE - Blog - Studio Amich - Consulting Engineers

Vai ai contenuti

Menu principale:

REGIONE CAMPANIA: CONTRIBUTI A FAVORE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER L’ATTUAZIONE DI PROCESSI DI INNOVAZIONE

Studio Amich - Consulting Engineers
Pubblicato da in CONSULENZA ·
Tags: regionecampaniacontributiMPMIprocessiinnovazione



REGIONE CAMPANIA: CONTRIBUTI A FAVORE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE PER L’ATTUAZIONE DI PROCESSI DI INNOVAZIONE

FINALITÀ
L’intervento intende favorire i processi di innovazione del sistema economico con  priorità all’implementazione e applicazione dei risultati (tecnologie, prototipi,brevetti, ecc) della ricerca e dello sviluppo industriale nel processo produttivo. L’intervento mira inoltre a consolidare le realtà produttive esistenti, favorendo  percorsi di sviluppo imprenditoriale fondati sulla specializzazione tecnologica delle produzioni, in coerenza con i settori individuati dalla RIS3 Campania e con le strategie industriali della Regione e, segnatamente, con le aree di specializzazione della RIS3 e con le finalità della Legge Regionale n. 22/2016 “Industria 4.0”. Costituiscono beneficiari prioritari degli interventi, inoltre, le imprese che si organizzino in reti di impresa in una logica di rafforzamento dei settori di eccellenza e/o delle aree di specializzazione.

SOGGETTI RICHIEDENTI E REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ GENERALI
Possono presentare domanda i soggetti, con sede legale e/o unità locale nella Regione Campania, di seguito indicati:
A. le Micro e PMI, anche in forma consortile;
B. le Reti di Micro, di Piccole e Medie Imprese (MPMI) che intendano realizzare un progetto di rete. Le Reti di MPMI devono essere costituite sotto la forma del "contratto di rete", ovvero reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto) o reti di imprese con personalità giuridica (Rete- Soggetto).

I soggetti richiedenti alla data di presentazione della domanda, devono possedere, a pena di inammissibilità, i seguenti requisiti:
a) essere regolarmente costituiti da almeno 2 anni ed iscritti nel Registro delle imprese della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, competente per il territorio;
b) avere unità locale destinataria dell’intervento in Campania;
c) esercitare un’attività economica non esclusa ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 ovvero in caso di esercizio di attività anche in settori economici esclusi, disporre di un sistema adeguato di separazione delle attività o distinzione dei costi.

INTERVENTI AMMISSIBILI
Sono ammessi a finanziamento i seguenti interventi:
• implementazione ed applicazione dei risultati (tecnologie, prototipi, brevetti, ecc.) della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale nel processo produttivo;
• implementazione di tecnologie open source;
• servizi di e-commerce (e-commerce business-to-business e business-to-consumer);
• manifattura digitale;
• tutte le soluzioni che favoriscano l’evoluzione di un sistema di manifattura digitale;
• sviluppo di soluzioni ICT;
• sviluppo di sistemi di sicurezza informatica;
• condivisione e sviluppo di tecnologie open source e di sistemi ICT;
• soluzioni tecnologiche innovative:
• ERP (Enterprice Resource Planning),
• CRM (customer relationship management),
• business intelligence,
• business analytics commercio elettronico,
• sicurezza informatica e cloud computing;
• soluzioni ed applicazioni digitali secondo il paradigma dell’Internet of Things.

IMPORTO MINIMO DEI PIANI DI INVESTIMENTO, INTENSITÀ DI AIUTO, CONTRIBUTO CONCEDIBILE
Sono ammissibili esclusivamente i Piani di investimento aziendale con un importo uguale o superiore a:
A. € 50.000,00 per le Domande di contributo presentate dalle MPMI, dai Consorzi, dalle Società consortili e dalle Reti- Soggetto;
B. € 150.000,00 per le Domande di contributo presentate dalle Reti- Contratto.
L’intensità massima di aiuto concedibile è:
A. per i Piani di investimento presentati da MPMI, dai Consorzi, dalle  Società consortili e dalle Reti-Soggetto: sovvenzione pari al 70% delle spese del Piano di Investimento ammesse e comunque nella misura massima di Euro 150.000,00;
B. per Piani di investimento presentati dalle Reti-Contratto: sovvenzione pari al 70% delle spese del Piano di Investimento ammesse e comunque nella misura massima di Euro 150.000,00 per singola MPMI aderente e di Euro 750.000,00 per l’intero Piano di investimento.

MODALITÀ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO
La valutazione delle domande avverrà mediante la procedura a sportello (ordine cronologico e criteri minimi della qualità progettuale). La procedura sarà attivata a partire dal 23 luglio 2018, sulla piattaforma raggiungibile al link: http://sid2017.sviluppocampania.it.






Nessun commento


Torna ai contenuti | Torna al menu